Prostituzione: attività lavorativa o violazione della dignità umana e della parità di genere?

Se davanti ad una birra vi interrogaste con i vostri amici su quale sia il lavoro più antico del mondo sarei pronto a scommettere che, con buona probabilità, qualcuno di voi risponderebbe la prostituzione. Se ci si ferma a riflettere ci si rende conto, infatti, che la prostituzione, accettata legalmente e/o socialmente o viceversa osteggiata e combattuta, indipendentemente dalla forma politica, dalla religione, dalla cultura, e dalla morale vigenti, in qualsiasi luogo, in qualsiasi epoca, è sempre riuscita a ritagliarsi un proprio spazio all’interno della società. Eppure Stati diversi, con modalità differenti tra loro, si propongono da tempo di debellare il fenomeno. Partendo dunque dal presupposto che pensare di sconfiggere la prostituzione, intesa come dazione indiscriminata e professionale del proprio corpo per fini di lucro, rientra nel campo dell’utopia, è interessante analizzare come all’interno della sola Unione Europea essa sia considerata, affrontata e disciplinata dal punto di vista legale in modo differente, e a tratti antitetico, da paese a paese.

Continue reading “Prostituzione: attività lavorativa o violazione della dignità umana e della parità di genere?”